venerdì 16 giugno 2017

TAORMINA- DOPO IL G7 IL PREFETTO INVIA I MIGRANTI,ECCO L'ULTIMO REGALO DEL PD

TAORMINA - (Tratto dalla testata giornalistica on line Taormina Today) - Il Comune di Taormina verso il si all’arrivo in città di 38 migranti. La decisione, destinata a far discutere, verrà comunicata a breve dal sindaco di Taormina, Eligio Giardina, che avrebbe già dato il placet in Prefettura a Messina per consentire il trasferimento in città di un gruppo di extracomunitari. Il tutto rientrerebbe nell’ambito del piano di riparto elaborato dal Dipartimento libertà civili e accettato dall’Anci. L’iter prospetta la destinazione a Taormina di un numero compreso fra i 35 e i 40 migranti. Il criterio è quello che prevede la presenza di 6 migranti nei comuni più piccoli, con popolazione sotto i 2.000 abitanti, e la presenza di 3,5 migranti per ogni 1.000 abitanti nei comuni oltre i 2.000 abitanti. In virtù di ciò a Taormina, con i suoi 11 mila abitanti circa si ipotizza l’arrivo di 38 migranti che dovrebbero essere accolti in strutture aderenti al sistema Sprar, di seconda accoglienza. Si era già parlato, per l’esattezza, di collocare i migranti all’interno dell’ex scuola convitto albergo di Taormina, il Capalc di contrada S. Antonio, immobile realizzato negli Anni Ottanta ma in pratica rimasto eternamente incompiuto e oggi abbandonato. Collocazione nelle frazioni. Ora invece si va verso un’altra soluzione e cioè il trasferimento dei migranti in delle strutture che Giardina avrebbe individuato nelle frazioni, ed in particolare a Trappitello e a Mastrissa. Bisognerà vedere, ovviamente, se si tratterà poi di strutture pubbliche o se invece subentreranno dei privati. «La legge ci obbliga e in un modo o nell’altro, dovremo acconsentire all’arrivo dei migranti», ha evidenziato Giardina, che come detto proverà a stemperare la polemica proponendo la dislocazione dei migranti nelle frazioni. Clima di proteste. Ad accendere subito il clima e a porre il loro monito attorno a questa richiesta avanzata ai vari Comuni della provincia dalla Prefettura di Messina ma soprattutto sull’eventualità di un via libera del Comune ai migranti a Taormina, erano già stati gli operatori economici locali della Perla. Albergatori, imprenditori e commercianti sono su posizioni di assoluta contrarietà a questa ipotesi e sono dichiarati pronti ad attuare iniziative di protesta se dovessero arrivare i cittadini extracomunitari dai centri di accoglienza. La contrarietà sull’arrivo dei migranti, stando a quanto evidenziato dagli operatori economici non intende in alcun modo riferirsi a posizioni razziste o discriminatorie ma si riferisce al forte timore di un pesante contraccolpo al turismo e all’immagine di una città che si è da poco rilanciata agli occhi del mondo tramite il recente G7. (parte seconda tratta da una nostra intervista ) Sul fronte dell'opposizione netta ,anche Massimo Adonia, leader delle destra estrema, che si sta attivando per una manifestazione eclatante a Taormina,cercando di coinvolgere e radunare tutti i Movimenti anti -Immigrazione,da una sua battuta che riceviamo e pubblichiamo , gli domandiamo cosa ne pensa di questo ennesimo sbarco nella provincia messinese. "Siamo stanchi di accogliere e discutere sempre dei Migranti Clandestini,perche' di fatto sono Clandestini, Taormina cosi come Giardini NAXOS ,non puo' sobbarcarsi di Migranti,c'e' un immagine da difendere,dobbiamo stare attenti al Turismo e alla sicurezza dei luoghi, sabato scorso abbiamo manifestato proprio a Messina contro l'Hotspot di Bisconte,e' chiaro che ci stanno provocando e vogliono apertamente lo scontro,in un paese di poco piu di 15 mila abitanti non e' possibile avere una cinquantina di migranti ,per altro e' un bluff,sappiamo benissimo che ne arriveranno altri,cosi come hanno fatto per Giardini NAXOS dove gia' ne sono allogiati circa 50 dalle suore dell'orfanotrofio antoniano,e altri a FRANCAVILLA DI SICILIA,e paesi limitrofi. Vogliono rimepirci di Immigrati,in una zona che gia' ha problemi di occuazione tra i giovani che sono costretti a emigrare e che se gli va bene lavorano stagionalmente,dunque qui non c'e' posto per loro, e faremo sentire la nsotra voce,questa voltra senza compromessi. Prima si pensi ai TAORMINESI E AI GIARDINESI,poi se c'e' posto si pensi ai Clandestini,se il Sindaco ELIO GIARDINA,non e' capace di opporsi, se li porti lui a casa sua.

domenica 11 giugno 2017

MESSINA - OTTIMO RISCONTRO TRA I RESIDENTI DI BISCONTE CONTRO L'HOTSPOT PELORITANO

MESSINA-IERI POMERIGGIO NELLA CENTRALISSIMA PIAZZA CAIROLI SI SONO DATI APPUNTAMENTO I RESIDENTI DEL QUARTIERE BISCONTE CON IL LOCALE RAPPRESENTANTE,E LE COMUNITA' MILITANTI DELLA ZONA IONICA,FRA QUESTE LA COMUNITA' MILITANTE MESSINA CON IL PORTAVOCE ALESSIO CAVACECE E LA COMUNITA' MILITANTE TRADIZIONE DISTINZIONE IL CUI PORTAVOCE E MASSIMO ADONIA,INSIEME A RIVA DESTRA SICILIA CAPITANATO DALL'AVVOCATO GIUSEPPE MURE'. VOLANTINAGGIO RIUSCITO E GRANDE SODDISFAZIONE DEGLI ORGANIZZATORI,CHE HANNO ILLUSTRATO ALLA CITTADINANZA MESSINESE,I PERICOLI DERIVATI DALL'EVENTUALE ENTRATA IN FUNZIONE DELL'ENNESIMO CENTRO DI ACCOGLIENZA ,CHE POTREBBE TROVARE POSTO IN UNA ZONA CENTRALE COME QUELLA DELLA ZONA DI BISCONTE,IN UNA EX CASERMA MILITARE DISMESSA (GASPARRE),CHE POTREBBE OSPITARE SINO A 3 MILA MIGRANTI CLANDESTINI. LA GENTE DEL LUOGO E' MOLTO PREOCCUPATA PER L'ARRIVO DI NUOVI CLANDESTINI,SIA PER QUESTIONI DI ORDINE PUBBLICO,CHE PER EVENTUALI INFILTRAZIONI TERRORISTICHE,E CHIEDE AL SINDACO MESSINESE RENATO ACCORINTI DI NON CONCEDERE SPAZIO AD UN ALTRO CARA,COME QUELLO DI MINEO,COVO DI PROSTITUZIONE,SPACCIO E MALAFFARE. LA GENTE CHIEDE AD ALTA VOCE CHE IL SINDACO AIUTI PRIMA I MESSINESI BISOGNOSI,CHE SONO TANTI, E POI SE CI SONO LE CONDIZIONI GENERALI,I MIGRANTI. COMUNQUE ASSICURANO GLI ORGANIZZATORI,SE QUESTO HOTSPOT,DOVESSE ENTRARE IN FUNZIONE,CI ATTIVEREMO PER ORGANIZZARE UNA MANIFESTAZIONE PIU' IMPONENTE CHE BLOCCHI QUESTA VERA E PROPRIA INVASIONE DEL TERRITORIO PELORITANO.

giovedì 8 giugno 2017

MESSINA: SABATO POMERIGGIO PRESIDIO E VOLANTINAGGIO CONTRO HOTSPOT CASERMA BISCONTE

MESSINA- Sabato pomeriggio 10 Giugno dalle ore 17 alle ore 19 circa ,si terra'un banchetto di protesta,informativo sull'eventuale decisione di trasformare l'ex casema militare "Bisconte",in un ennesimo centro accoglienza, dalle caratteristiche simili al Cara di Mineo,il che vuol dire che la struttura dismessa,appartenente al ministero della difesa,potrebbe accogliere oltre 3000 mila migranti clandestini. Scendono in piazza dunque,alcune comunita' militanti della zona, per protestare e informare i cittadini,dei pericoli di pubblica sicurezza che corrono i cittadini Messinesi, fra queste,la Comunita' Militante Messina, Tradizione Distinzione Sicilia, e Riva Destra Sicilia, che comunque non intendono strumentalizzare il banchetto informativo a scopi politici, e dunque manifesteranno senza sigle ne bandiere di partito,ma solo come dei semplici cittadini,preoccupati per l'invasione probabile di clandestini. Il volantinaggio si terra' nella centralissima Piazza Cairoli,dalle 17 in poi e chiunque puo' parteciparvi. Oggi il business dell'accoglienza rende piu' della droga,si legge in un nota diramata dalla Comunita' Militante Messinese,e bisogna arginare il fenomeno che sta assumendo proporzioni pazzesche, e impensabile e inquietante, vedere ormai le piazze invase di clandestini che oltre a non essere identificati correttamente,potrebbero creare seri problemi di ordine pubblico,cosi' come avviene ormai da tempo nelle grandi citta' come Milano,Roma,Torino,dove diversi luoghi sono diventati infrequentabili, e le stazioni ferroviarie covo di spaccio e prostituzione. Inoltre il Sindaco Renato ACCORINTI,e' favorevole ad accogliere i clandestini,fregandosene dei Messinesi,dunque ci sembra giusto si legge in un altra nota di Tradizione Distinzione,opporre resistenza a questo piano suicida per la citta' di Messina e per i Messinesi.

giovedì 25 maggio 2017

G7 TAORMINA- GIARDINI NAXOS CHIUSURE INGIUSTIFICATE E DISSERVIZI ANCHE FUORI ORDINANZA

GIARDINI NAXOS - COME PREVISTO L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE HA DIRAMATO L'ORDINANZA DI CHIUSURA DELLE ATTIVITA' COMMERCIALI E LO SGOMBERO DEGLI ARREDAMENTI CHE SOVRASTANO LE ATTIVITA' IN QUESTIONE ,(TAVOLI ,SEDIE,FIORIERE,OMBRELLONI) E QUANT'ALTRO POTREBBE ESSERE PERICOLOSO IN CASO DI EVENTUALI TAFFERUGLI TRA I MANIFESTANTI E LE FORZE DELL'ORDINE. L'ORDINANZA RIGUARDA SOLO ALCUNE ZONE BEN SPECIFICHE,E ESCLUSIVAMENTE NELLA GIORNATA DI SABATO,QUANDO AVVERRA' IL CORTEO CHE PERCORRERA' IL LUNGOMARE. CORTEO CHE DOVREBBE INIZIARE DOPO LE ORE 15 DALLA ZONA DI RECANATI E CONFLUIRE POI NELLE RAMPE DELL'ANAS,PER POI PERCORRERE IL LUNGOMARE TYSANDROS,IL TUTTO COMUNQUE BLINDATO DA MIGLIAIA DI UOMINI DELLE FORZE DELL'ORDINE. MOLTI COMMERCIANTI SENZA GIUSTIFICATO MOTIVO CHIUDERANNO LE PROPRIE ATTIVITA' GIA' A PARTIRE DA VENERDI E ALCUNE ADDIRITTURA RESTERANNO CHIUSE FINO A DOMENICA SERA,QUANDO ORMAI LO SPAURACCHIO DEL CORTEO ANTI G7 E' ORMAI COSA PASSATA. NELL'ORDINANZA DEL SINDACO NON SI PARLA DI TRE GIORNI DI CHIUSURA PER I COMMERCIANTI,MA GLI IMPRENDITORI DEL LUOGO PRESI FORSE DAL PANICO DA CORTEO, HANNO INTENZIONE DI CHIUDERE PER TRE GIORNI,CAUSANDO DISAGI ENORMI AI CITTADINI RESIDENTI,E ANCHE A COLORO CHE NELLE GIORNATE DI VENERDI E DOMENICA ,ANCHE SOLO PER CURIOSITA' VOGLIONO TRASCORRERE QUALCHE ORA NELLA NOSTRA CITTADINA. POTREBBE ESSERE DIFFICILE ANCHE ACQUISTARE BENI DI PRIMA NECESSITA',E ADDIRITTURA MOLTE BOTTEGHE ARTIGIANALI,COME MACELLERIE,PANIFICI E ALIMENTARI RESTERANNO CHIUSI,CON GRAVI DISAGI ANCHE PER LE PERSONE ANZIANE. SE A TAORMINA CIO' PUO' AVERE UN SENSO,ESSENDO LA SEDE CENTRALE DEL GRANDE EVENTO DEI 7 PIU' GRANDI DEL MONDO ,A GIARDINI NAXOS NON LO E', E OGNUNO STA' FACENDO A PROPRIO MODO,NONOSTANTE L'ORDINANZA SIA BEN CHIARA E NOTA A TUTTI,ED E' STATA PUBBLICATA IN TEMPO NELLA PAGINA UFFICIALE DEL COMUNE,SUI SOCIAL NETWORK E NEL SITO UFFICIALE. ECCO DI SEGUITO L'ORDINANZA : COMUNE DI GIARDINI NAXOS ORDINANZA n._27__ del..24/5/2017...... Oggetto: CHIUSURA ATTIVITA’ COMMERCIALI IN DATA 27 MAGGIO 2017- DIVIETO DI SOSTA E CIRCOLAZIONE IL SINDACO PREMESSO che: in occasione del G7 che si svolgerà a Taormina il territorio di Giardini Naxos sarà interessato ad una serie di manifestazioni; VISTA la propria nota, prot. 10555 del 03/5/2017 indirizzata al Presidente del Consiglio dei Ministri, al Ministro degli Interni, a S.E. il Prefetto di Messina e al Questore di Messina; RITENUTO DOVEROSO per ovvi motivi di sicurezza e ordine pubblico, in via cautelativa, istituire provvedimenti atti a garantire l’incolumità pubblica; ORDINA A decorrere dalle ore 08.00 e fino al termine delle manifestazioni di sabato 27 maggio 2017, la chiusura di tutte le attività commerciali del territorio comunale; ORDINA Il divieto di sosta con rimozione, dalle ore 19,00 di venerdì 26 maggio fino alla cessata esigenza, dal Parcheggio Salluzzo a incrocio Via Dalmazia, lungo la Via Dalmazia traverse e vie limitrofe comprese, Lungomare Tysandros (da incrocio via Zara, traverse e vie limitrofe, comprese, a Piazza San Giovanni), Via P. De Pasquale (dall’intersezione con Via Erice fino alla Via delle Fornaci), Via Erice (dall’intersezione con Via Tysandros fino all’Intersezione con Via Marsala), Via V. Emanuele (dall’Ex passaggio a livello fino alla Via Tevere), Via Chianchitta (ricadente nel territorio di Giardini Naxos- dall’intersezione con via della Seta e fino all’Intersezione, direzione Catania fino all’intersezione con Via Consolare Valeria), Via IV Novembre, Via Regina Margherita, Via Umberto fino a Piazza San Giovanni; ORDINA Il divieto di transito, dalle ore 12,00 di sabato 27 maggio fino alla cessata esigenza, lungo la SS 114 dallo svincolo autostradale fino al ponte della ferrovia in Via Roma e sul Lungomare Tysandros, dall’incrocio con la Via Zara fino al ponte della in Via Roma; ORDINA La sospensione, per la giornata del 27 maggio, delle attività dei cantieri edili operanti sul Lungomare, nel tratto compreso dall’intersezione con Via Dalmazia ed il ponte della Ferrovia in via Roma; La rimozione di tutti i paletti segna posto collocati davanti agli hotel ed esercizi commerciali; La rimozione delle fioriere private allocate sul marciapiede pubblico; La rimozione, con effetto immediato, di oggetti amovibili davanti agli esercizi commerciali (tabelle, pietre usate come arredo delle fioriere etc) La rimozione dei banchetti pubblicitari delle escursioni in barca; ORDINA Per motivi di viabilità, sicurezza ed incolumità pubblica, la chiusura di tutte le scuole, di ogni ordine e grado, dalle ore 12,00, in data 26 maggio 2017; REITERA Altresì, ai sensi dell’Ordinanza Sindacale n. 31 del 12/7/2017, dal 25 al 27 maggio 2017, il DIVIETO ASSOLUTO, all’interno del territorio comunale, di vendita di bevande, di qualsiasi natura e gradazione, in bottiglie di vetro e lattine; DISPONE La pubblicazione del presente provvedimento all’Albo Pretorio online e sul sito web del Comune; La trasmissione della presente Ordinanza, per le rispettive competenze e per opportuna conoscenza, a S.E. il Prefetto di Messina, al Responsabile del V Settore-Comando di PM, alla locale Stazione dei Carabinieri, al Commissariato Ps di Taormina, alla Polizia Stradale, ai Dirigenti scolastici. f.to Il Sindaco Prof. Pancrazio LO TURCO

martedì 23 maggio 2017

GIARDINI NAXOS - IL CORTEO G7 SI FARA',INUTILI GLI APPELLI DELLE ISTITUZIONI POLITICHE LOCALI

GIARDINI NAXOS- ORMAI MANCA POCO PER IL TANTO ATTESO G7 DI TAORMINA ,E LA MACCHINA ORGANIZZATIVA DEL CORTEO DEGLI ANTAGONISTI E' PRONTA. DIVERSE DECINE DI PULLMAN ARRIVERANNO DA PIU' PARTI D'ITALIA,NE SONO PREVISTI ANCHE DA ALCUNE CITTA' SICILIANE,COME PER ESEMPIO PALERMO E CATANIA,MOLTI ARRIVERANNO CON MEZZI PROPRI,ALTRI ARRIVERRANNO A DESTINAZIONE IN TRENO. IL PUNTO DI RADUNO DOVREBBE ESSERE ,COME SI LEGGE NELLE LOCANDINE DEI NO-GLOBAL,RECANATI,MA LA QUESTURA DOVREBBE CONCENTRARE I MANIFESTANTI VICINO LE RAMPE DELL'AUTOSTRADA IN PROSSIMITA' DELLE RAMPE DI COMPETENZA DELL'ANAS,CHE IN QUESTE ORE STA PULENDO IL PIAZZALE. CENTINAIA LE TELECAMERE DISLOCATE DURANTE IL TRAGITTO,PER IDENTIFICARE I PIU' ESASPERATI,CHE COMUNQUE ,ASSICURANO GLI AMBIENTI DELLA QUESTURA,DOVREBBERO ESSERE GIA' IDENTIFICATI E CIRCOSCRITTI. IL TEATRO DI QUESTA MANIFESTAZIONE SI CONFERMA IL LUNGOMARE TYSANDROS,DOVE GIA' DA QUALCHE GIORNO VI E' LA SINDROME DA CORTEO,INFATTI MOLTI IMPRENDITORI,CONFUSI DALLE NOTIZIE CHE DI ORA IN ORA SI DIFFONDONO,SI CHIEDONO SE C'E' IL RISCHIO PER LE LORO ATTIVITA',PARE COMUNQUE CHE IL SINDACO DI GIARDINI ABBIA DIRAMATO UNA ORDINANZA CHE PREVEDA DI TOGLIERE SEDIE E TAVOLI ,LUNGO IL PERCORSO,PER EVITARE CHE POSSANO ESSERE UTILIZZATI COME ARMI IMPROPRIE, MENTRE LE SCUOLE MERITANO UN CAPITOLO A PARTE,SEMBRA CHE CI SIA STATO UN DIETROFRONT E CHE ALMENO PER GIARDINI NAXOS,RIMANGANO APERTE,MA LE NOTIZIE SI SUSSEGUONO CON MOLTA IMPRECISIONE E CON UN LEGGERO VELO DI OMERTA DA PARTE DI CHI DEVE GARANTIRE L'ORDINE PUBBLICO. LA STAZIONE DI TAORMINA RIMANE CHIUSA,E PARE CHE LA VICINA STAZIONE ALCANTARA POTREBBE SEGUIRE LO STESSO ITER DI CHIUSURA PRECAUZIONALE. INVECE BUONE NOTIZIE PER GLI ABITANTI DEL QUARTIERE CALCARONE,INFATTI STAMANE E' STATA PUBBLICATA UN ORDINANZA CHE NE CONSENTE L'APERTURA STRAORDINARIA,OVVIAMENTE CON I DOVUTI ACCORGIMENTI PER EVITARE PERICOLI PER L'INCOLUMITA' PUBBLICA,A CAUSA DI UN MURO PERICOLANTE,E CHE DAREBBE OSSIGENO AI RESIDENTI, PER CHI VUOLE SFUGGIRE DAI DISAGI DEL TRAFFICO CHE SI POTREBBE CREARE CON IL CORTEO DI SABATO. LE CIFRE STIMATE DEI PARTECIPANTI AL CORTEO DOVREBBERO ESSERE ASSAI INFERIORI A QUELLE PRECEDENTEMENTE DIRAMATE DA ALCUNE TESTATE GIORNALISTICHE ON LINE, NON DOVREBBERO ESSERCI PIU' DI 20 MILA PARTECIPANTI,E STANDO AGLI ULTIMI SONDAGGI,SI DOVREBBE TRATTARE COMUNQUE DI PERSONE CHE HANNO INTENZIONE DI MANIFESTARE PACIFICAMENTE,MA IL DUBBIO E IL PERICOLO INFILTRAZIONI,RIMANE. A TAORMINA I DISAGI ORMAI SONO SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI,ANCHE CHI HA IL PASS SUBISCE CONTINUI CONTROLLI E DISAGI,LA CITTA' E' SEMIVUOTA,ED E' IN ASSETTO DI GUERRA,SONO QUASI DIECIMILA GLI UOMINI IMPEGNATI IN QUESTO GRANDE EVENTO CHE VEDE I PROTAGONISTI DEL MONDO CON AL SEGUITO I LORO DELEGATI E LE LORO FIRST LADY,. REVISTE VISITE A CATANIA AL TEATRO GRECO E AL MONASTERO DEI BENEDETTINI,CHE OVVIAMENTE DOVRANNO RAGGIUNGERE IN AUTO,E DUNQUE ANCHE L'AUTOSTRADA PER QUALCHE ORA SARA' CHIUSA AL TRAFFICO QUOTIDIANO,CON ULTERIORI DISAGI PER GLI AUTOMOBILISTI PENDOLARI E GLI AUTOTRASPORTATORI DI MERCI.

lunedì 15 maggio 2017

TAORMINA E IL G7 : STATO DI GUERRA DALLA PROSSIMA SETTIMANA.

TAORMINA - LA PROSSIMA SETTIMANA TAORMINA SI TRASFORMERA' IN UNA ZONA DI GUERRA, AGLI OLTRE 6000 UOMINI SCHIERATI PER FAR FRONTE ALLA SICUREZZA DEI POTENTI DEL MONDO ,POTREBBERO AGGIUNGERSI ULTERIORI UNITA' DI POLIZIA ,CARABINIERI E GUARDIA DI FINANZA,OLTRE CHE ESERCITO E VIGILI DEL FUOCO. LA MACCHINA ORGANIZZATIVA SEMBRA GIUNTA ORMAI AL CAPOLINEA,CON CONTROLLI SEMPRE PIU' SERRATI SU TUTTO IL TERRITORIO IN PARTICOLARE MODO SU GIARDINI NAXOS E TAORMINA. CHIUSE ANCHE LE LE FRONTIERE PORTUALI SICILIANE,LE FAMOSE NAVI DELLE ONG (ORGANIZZAZIONI NON GOVERNATIVE),E DELLA GUARDIA COSTIERA,NON POTRANNO PIU' SBARCARE MIGRANTI NEI PORTI SICILIANI,DURANTE LE FASI DEL G7,PER POSSIBILI INFILTRAZIONI TERRORISTICHE. SCATTERA' ANCHE LA FAMOSA ZONA ROSSA,E I TAORMINESI SARANNO OSPITI A CASA LORO. CHIUSE ANCHE LE SCUOLE A TAORMINA,DAL 25 MAGGIO AL 28 MAGGIO, E ALBERGHI , B&B E CASE VACANZA, NON POTRANNO RICEVERE CLIENTI E TURISTI PER NESSUN MOTIVO. SARA' OBBLIGATORIO AVERE IL TANTO ATTESO BADGE,PER POTERE ACCEDERE NEI LUOGHI A RISCHIO,E I RESIDENTI SARANNO TRATTATI COME IN UNO STATO DI GUERRA, MA PER CHI HA SCELTO CON TANTA CONSAPEVOLEZZA LA SEDE DI TAORMINA,AVEVA GIA' STUDIATO TUTTO A TAVOLINO,UNA LOCALITA' COME TAORMINA,CHE FONDAMENTALMENTE HA UN TERRITORIO ABBASTANZA CIRCOSCRITTO,IL G7 PUO' EFFETTUARSI CON LA MASSIMA TRANQUILLITA',SENZA OCCHI INDISCRETI E LONTANO DAI FASTIDIOSI NO GLOBAL,EVITANDO COSI EVENTUALI CONTATTI INDESIDERATI. ANCHE I RICOVERI, PER PIU' DI 4 GIORNI, QUELLI ORDINARI,SONO SOSPESI DUNQUE,SE QUALCUNO HA IN MENTE DI PROGRAMMARE UN INTERVENTO CHIRURGICO, DEVE CAMBIARE ROTTA NEI VICINI OSPEDALI DI ACIREALE E MESSINA. DIFFICILE OLTRE CHE VISITARE LA PERLA DELLO IONIO,ANCHE SOSTARVI PER QUALCHE ORA,POICHE' NON E' POSSIBILE PARCHEGGIARE IN NESSUNA ZONA ADIACENTE,MA I TURISTI POTREBBERO RIPIEGARE SU GIARDINI NAXOS,CHE COME ATTRATTIVA AVRA' IL COMPITO DI SOPPORTARE E OFFRIRE LO SPETTACOLO DEI MANIFESTANTI,CON OLTRE 50 MILA PRESENZE STIMATE,DALLA QUESTURA MESSINESE,TRA ANARCHICI,ESTREMA SINISTRA,NO GLOBAL E ANTAGONISTI E NON PER ULTIMO I TEMUTISSIMI BLACK BLOC. DUNQUE SPETTACOLO ASSICURATO A GIARDINI NAXOS,MENTRE A TAORMINA LO SPETTACOLO LO FARANNO I GRANDI POTENTI DEL CAPITALISMO DELL'ALTA FINANZA E DELLE BANCHE,CHE SI GODRANNO A SPESE DEGLI ITALIANI,IL PANORAMA MOZZAFIATO CHE SOLO TAORMINA SA' OFFRIRE,CON GRANDE PERDITA DI INCASSI DA PARTE DI OPERATORI TURISTICI,ALBERGHI E RISTORANTI. MA IL VERO NEO DI QUESTO GRANDE EVENTO MONDIALE,E CHE NEACHE IL G7 E' RIUSCITO CON LA SUA CAPACITA' ORGANIZZATIVA A FAR TOGLIERE SULL'AUTOSTRADA A18 ,LA VERGOGNOSA FRANA,IN TERRITORIO TAORMINESE, CHE SOSTA LI' DA ANNI,E CHE PAZIENTOSI AUTOMOBILISTI SICILIANI ,SONO COSTRETTI A BYPASSARE GIORNALMENTE PERCORRENDO QUESTO FASTIDIOSO TRATTO SOLO AD UNA CORSIA. MA QUESTA VOLTA LA COLPA NON E' DEI 7 PIU' GRANDI DEL MONDO,MA DI QUEI SINDACI DELLA RIVIERA IONICA,CHE FACENDOSI BELLI IN QUESTI GIORNI, CON SPOT ELETTORALI,SULLE PERPLESSITA' DI QUESTO DELICATO EVENTO,DIVULGANDO COMUNICATI ANTI CORTEO,NON HANNO SPESO UNA SOLA PAROLA A FAVORE DEGLI UTENTI SICILIANI,COSTRETTI A PAGARE OLTRE IL DANNO ANCHE LA BEFFA DI ESSERE SEQUESTRATI IN CASA.

sabato 13 maggio 2017

G7 TAORMINA : CONNESSIONE INTERNET A SINGHIOZZO DURANTE IL VERTICE

TAORMINA: DURANTE IL G7 DI TAORMINA,TRA LE MISURE PREVISTE DA PARTE DELL'INTELLINGENCE,ANCHE LA CONNESSIONE INTERNET A SINGHIOZZO,INFATTI NELLA SETTIMANA DEL SUMMIT TRA I GRANDI POTENTI DEL MONDO,SARA' DIFFICILE NAVIGARE SUI SOCIAL ,SU ISTAGRAM E SU WHATSAPP,CON GRANDE DISAGIO DELL'UTENZA LOCALE. E' PREVISTO UN BLACK OUT PARZIALE DELLE CONNESSIONI INTERNET PER EVITARE COMUNICAZIONI DI MASSA CHE POTREBBERO NASCONDERE INSIDIE E MINACCE AL GIA' CONTESTATO SUMMIT DEI GRANDI DEL MONDO. NON SARA' QUINDI COLPA DEI GESTORI DELLA TELEFONIA MOBILE,GLI EVENTUALI DISSERVIZI CREATI APPOSITAMENTE DA TECNICI INFORMATICI PER LA SICUREZZA DI STATO,MA UNA PRECAUZIONE ANTI TERRORISMO.

venerdì 12 maggio 2017

G7 TAORMINA : APPELLI CONTRO IL CORTEO NO GLOBAL MA ERA STATO TUTTO DECISO

GIARDINI NAXOS - SI ALTERNANO IN QUESTE ORE GLI APPELLI DA PARTE DEI POLITICI LOCALI CONTRO LA MANIFESTAZIONE NO GLOBAL ANTI G7 PREVISTA PER IL 27 MAGGIO A GIARDINI NAXOS, ORMAI E' UN GIOCO AL RILANCIO AGLI SPOT ANTI CORTEO,MA IN REALTA' TUTTI SAPEVANO CHE IL CORTEO ORGANIZZATO DA ANTAGONISTI,SINISTRA ,ANARCHICI E BLACK BLOC ERA STATO AUTORIZZATO DALLA PREFETTURA E DAL QUESTORE DI MESSINA. VITTIMISMO INUTILE E STERILE, ORMAI E' TUTTO PRONTO PER L'ARMATA BRANCALEONE,CHE CON MOLTA PROBABILITA' INVADERA' IL TERRITORIO DI GIARDINI NAXOS,IN OLTRE 50 MILA PERSONE PROVENIENTI DA TUTTA ITALIA E ANCHE DALL'EUROPA. GIARDINI NAXOS NON E' GENOVA E NEANCHE ROMA E MILANO,NON HA STRADE E PIAZZE CAPACI DI CONTENERE UN AFFLUSSO COSI CONSISTENTE,E LE VIE DI FUGA RISULTANO PERICOLOSE E INADEGUATE,IN CASO DI INCIDENTI TRA MANIFESTANTI E FORZE DEL L'ORDINE. MA DALL'ALTO HANNO DECISO CHE MANIFESTARE E' UN DIRITTO,COSTI QUEL CHE COSTI,ANCHE A CAUSA DI EVENTUALI DANNI,GIA' MESSI IN PREVENTIVO DALLE VARIE AUTORITA'. INTANTO GIA' DA QUALCHE GIORNO SONO ARRIVATI MEZZI BLINDATI E ATTREZZATURE ANTI SOMMMOSSA,COME SE DOVESSE SCOPPIARE LA TERZA GUERRA MONDIALE, E I CONTROLLI SI FANNO PIU' SERRATI E FASTIDIOSI PER L'UTENZA CITTADINA. NON E' ANCORA DATO SAPERE SE MOLTI DI QUESTI SCENDERANNO ALLA STAZIONE ALCANTARA,SCALO ALTERNATIVO ALLA PERLA DELLO IONIO,E SE PARTIRANNO POI UFFICIALMENTE IN CORTEO DALLA ROTONDA ANAS CHE COSTEGGIA LA NAZIONALE,GLI ORGANI COMPETENTI ORMAI NON FANNO TRAPELARE PIU' NOTIZIE. SONO STATE FATTE ANCHE DELLE RICHIESTE ESPLICITE DA PARTE DEGLI ANTAGONISTI,DAL CAMPO DI CALCIO DI CALCARONE ALLA SCUOLA MEDIA DI PALLIO, PER I PRIMI SUMMIT TRA I MANIFESTANTI E PER L'ACCOGLIENZA NOTTURNA A CHI DECIDE DI ARRIVARE QUALCHE GIORNO PRIMA. ORMAI SI CERCA DI OCCULTARE TUTTO PER NON CREARE PANICO ALLA CITTADINANZA,CERTO E' CHE OLTRE CINQUANTAMILA PERSONE PRENDERANNO IN OSTAGGIO UN INTERO PAESE,E REALMENTE CON I FATTI,NESSUNO SCENDE SUL PIEDE DI GUERRA PER IMPEDIRE LO SVOLGIMENTO DI QUESTA MANIFESTAZIONE. PUR CONDIVIDENDO CHE E' GIUSTO MANIFESTARE IN UN PAESE DEMOCRATICO,E CHE OGNUNO ESPRIMA LA LIBERTA' DI PENSIERO,NON RITENIAMO GIUSTO CHE UN PAESE DI SOLE 9 MILA ANIME DEBBA SOPPORTARE LO STRESS DA MANIFESTAZIONE,SAREBBE STATO PIU' OPPORTUNO DARE SPAZIO AI MANIFESTANTI IN CITTA' COME CATANIA E MESSINA ,DOVE SPAZI E LUOGHI SONO PIU' INDICATI PER QUESTO GENERE DI MANIFESTAZIONI. EVIDENTEMENTE NON C'E' STATA NE LA VOLONTA' VERA,NE L'IMPOSIZIONE ISTITUZIONALE, DI CHI DOVEVA CON MOLTA RESPONSABILITA' EVITARE DI AUTORIZZARE QUESTA DELICATA MANIFESTAZIONE.